Cerca e scopri tutti i Comuni della Sardegna

  SAGRE E FESTE



    Dove mangiare

  • Paninoteche

    LA BOTTEGA DEL PANINO DI IBBA MANLI

  • Ristoranti

    IL CORTILETTO DI GIUSEPPE SERRA

  • Bar

    BAR PIRAS GIANCARLO

  • Ristoranti

    DA LUCIANO

Visualizza tutte le strutture

    Dove dormire

  • Residence

    APPARTAMENTO BANDELLO

  • B and B

    ROUGE BED & BREAKFAST

  • Affitta Camere

    DA GIAMPI E CARMELA

  • Residence

    SUITE MARTINI AL CASTELLO

Visualizza tutte le strutture

    Inserzionisti

  • Podere Cala Viola
Richiedi informazioni sul servizio


  Sardegna/Cagliari/Cagliari      1  Maggio


Festa di Snt'Efisio


La festa di sant'Efisio è la processione religiosa più importante della Sardegna. Si svolge ogni anno il 1º maggio, ininterrottamente dal 1657. In questa festa, vengono coinvolti gruppi vestiti con il proprio abito tradizionale provenienti da tutta la Sardegna. Oltre ad essere tra le più antiche è anche la più lunga processione religiosa italiana, con circa 65 km percorsi a piedi in 4 giorni, e la più grande del Mediterraneo. La processione che si svolge il primo maggio è aperta dalle traccas, carri addobbati a festa, trainati da buoi. Seguono i gruppi folkloristici, circa 5500 persone con il costume tradizionale sardo, provenienti da tutta l'isola che solitamente recitano il rosario o cantano i goccius. Dopo seguono i cavalieri; aprono i cavalieri del campidano seguiti dai miliziani. Dopo i cavalieri sfilano i membri dell'Arciconfraternita preceduti da un confratello che regge un crocifisso del 1700. L'arrivo del cocchio è preceduto dal suono delle launeddas. Quando il cocchio arriva in via Roma viene salutato dalle sirene delle navi attraccate nel porto di Cagliari, e cammina su un tappeto di petali di rose (s'arramadura). Il simulacro prosegue su un camion militare sino a Maddalena Spiaggia, dove il santo incontra i fedeli provenienti da Capoterra, paese di cui è patrono. Il corteo prosegue il viaggio fino a Sarroch dove il simulacro trascorre la notte. Il corteo giunge poi a Villa San Pietro, dove viene celebrata una messa dopo la processione per le strade del paese e successivamente viene accompagnato, sempre in processione, sino a Pula. Viene celebrata una messa nella chiesa di San Giovanni Battista, poi il cocchio arriva verso le 21 a Nora. Per tutto il 3 maggio avviene la commemorazione del santo e alle ore 18:00 il santo viene portato in processione tra le rovine di Nora. Il 4 maggio il santo riparte verso Cagliari, e fa rientro nella chiesa di Stampace intorno alle 23, accompagnato dalla suggestiva processione di centinaia di fedeli in costume e con le fiaccole. (Rito Religioso)